venerdì 7 ottobre 2016

Il nuovo sito è on-line!


DA OGGI HO UN SITO E UNA NEWSLETTER!!


Date un'occhiata e iscrivetevi per essere aggiornati ogni mese sulle prossime repliche!




Questo blog rimane un posto del cuore 
dove raccontare il mio lavoro, giorno dopo giorno.
Dove condividere il percorso di creazione degli spettacoli, 
i traguardi e i nuovi obiettivi.
Restate in contatto.
Anche qui, se vi va.

martedì 30 agosto 2016

Tesi di laurea



Complimenti a Roberta Garofalo che si è laureata con il massimo dei voti!! 
Io e le ragazze non finiremo mai di ringraziarla per la cura e la passione con cui ha parlato di noi!

Per chi volesse leggerla, la tesi di laurea di Roberta Garofalo 
è scaricabile dal mio sito.

lunedì 4 aprile 2016

SI TORNA A PARIGI!!!


Un sogno resta un sogno fino a quando non si comincia da qualche parte. Io, il mio, l'ho cominciato appena due mesi fa ma già mi regala gioie: si chiama "Sorry, boys" e il Théatre de la Ville di Parigi lo ha scelto per rappresentare l'Italia al Festival Chantiers d'Europe '16!!
Se vorrete spargere la voce anche questa volta, mi farete un grande regalo: Parigi mi aspetta di nuovo e io, di nuovo, sono pronta!
(I sogni migliori raramente si cominciano da soli e questa avventura internazionale non sarebbe nata senza l'entusiasmo di Tiago Bartolomeu Costa che ha preso un aereo da Parigi, un treno da Milano e un autobus fino a Trento per essere presente al debutto. A Francesca Corona che un anno fa ci ha creduto e ha scatenato una reazione a catena e al progetto Face à Face che promuove la drammaturgia contemporanea italiana sulle scene francesi).
Ci si vede a Parigi:
SORRY, BOYS
23- 24 maggio 2016
Théâtre de la Ville, Paris
https://www.facebook.com/TheatredelaVille.Paris/
(la foto è dell'anno scorso ma la gioia è uguale)


venerdì 19 febbraio 2016

La prima volta non si scorda mai

Hanno debuttato il 3 febbraio 2016 a Trento, per la rassegna Altre Tendenze, 
le teste animatroniche del nuovo spettacolo "Sorry, boys".




Sarà la prima volta e per questo resterà
sempre la più bella


Ci sono cose fatte per durare.
E cose che no.
Anche se per crearle, lavori duro per quasi tre anni.
Loro, niente, hanno la natura delle cose brevi.
Questa cosa nuova su cui sto lavorando, è fatta per durare 75 minuti.
Ci sono voluti infiniti mesi di prove. Ci sono volute 10 persone a costruirla e poi due fabbriun falegname, 13 volontari.
1,74 quintali di ferro, 70 chili di siliconi e resine, qualche chilo di filamenti di PLA stampati in 3D, una quarantina di freni di biciclette, 60 pollici di monitor...
Ma niente, lei, questa piccola cosa, inizia e finisce in 75 minuti.
E poi? Cosa resta?
"Forse il ricordo di una risata o di uno scoppio di lacrime in coloro che hanno riso o pianto davanti a lei.
Un ricordo che scolorisce." 

E allora, mentre sono qui, con i miei compagni, a lavorare ancora su questa piccola cosa che tra poco debutterà, mi dico: speriamo di essere in tanti in quei 75 minuti.
Perché quello che resta, se resta, è per voi.


Scopri il processo di creazione.
Vieni a guardare dietro le quinte di SORRY,BOYS !

Segui il BLOG : troverai appunti, pensieri e frammenti delle vicende reali e immaginarie che hanno guidato le tappe di residenza a CENTRALE FIES.
Qui sotto, un teaser delle 
AUGMENTED RESIDENCY vi svela cosa accadeva in quelle notti in cui le porte venivano chiuse all'esterno.

mercoledì 20 gennaio 2016

A LISBONA!!


A LISBONA! A LISBONA!!
Sarà la prima volta in Portogallo!
Sarà la replica numero 100!

Se vi va di spargere la voce, ci fate un regalo perché questa, per le ragazze della Semplicità, sarà davvero una grande avventura!

5, 6 e 7 febbraio 2016
La semplicità ingannata
Teatro São Luiz, Lisbona
Portogallo

Entre 5 e 7 Fevereiro, o São Luiz apresenta, em estreia nacional, e pela primeira vez em Portugal, o trabalho da encenadora, marionetista e dramaturga italiana Marta Cuscunà, verdadeira força da natureza que reivindica um teatro comprometido, inquieto e questionador. A SIMPLICIDADE TRAÍDA não é um simples espectáculo, é uma lição de história sobre as raízes do feminismo, da liberdade religiosa, da poder da palavra e da fé, e da força das convicções.
Do convento de Santa Clara, em Udine, onde, no distante século XVII, as irmãs Clarissas reclamaram para si o direito a criar a sua própria forma de amar a Cristo, opondo-se às normas impostas pela Santa Inquisição, chega-nos um manifesto sobre a resistência, a liberdade e abnegação (sim, há pontes que podem ser feitas com "Sul concetto di volto nel Figlio di Dio”, de Romeo Castelluci, que apresentamos de 6 a 8 Maio, por coincidência outro trabalho italiano sobre fé, religião e liberdade).
A SIMPLICIDADE TRAÍDA é um retrato pungente sobre a condição feminina, assinado por um dos novíssimos nomes do teatro italiano, entre o documento e o teatro como lugar para a escrita da História.
De 5 a 7 Fevereiro na Sala-Estúdio Mário Viegas 
(dia 6 Marta Cuscunà fará uma masterclass sobre o seu trabalho, aberto a todos)