venerdì 24 maggio 2013

The beat of Freedom



Letture dal libro "Io sono l’ultimo. Lettere di partigiani italiani" 
curato da Giacomo Papi, Stefano Faure e Andrea Liparoto

di e con / concept and with: marta cuscunà       
assistente / assistant: marco rogante


Il reading
I partigiani, prima di tutto, erano giovani. Si innamoravano, scoprivano di avere paura e coraggio. La libertà era nei monti, per la prima volta riuscivano a sentirla e picchiava nella testa.
Un racconto corale per i ragazzi e le ragazze di oggi, sul sogno rock di un Paese di persone uguali nei diritti e libere.

Il libro
"Io sono l’ultimo. Lettere di partigiani italiani" è nato quando Annita Malavasi, la partigiana "Laila", ha cominciato a parlare d'amore. Ci teneva a dire una cosa, soprattutto: fu tra i partigiani che, per la prima volta, uomini e donne ebbero pari dignità e che l'uguaglianza sancita dalla Costituzione a guerra finita, non fu un regalo ma una conquista e un riconoscimento.
La sua testimonianza fu pubblicata su "D - La Repubblica". Poi arrivarono molte lettere. Alcune erano di vecchi partigiani, e parlavano d'amore.
Una collezione di esperienze che delinea il profilo di un'autobiografia collettiva di giovani accomunati dall'aver condiviso un tempo e un Paese, che a un certo punto sentirono l'esigenza di cambiare.

La musica
“La libertà era nei monti, per la prima volta riuscivamo a sentirla e picchiava nella testa”.
Da questa frase di Nello Quartieri, nome di battaglia “Italiano”, è nato The beat of Freedom.
La libertà come pulsazione, come battito che scuote. Un ritmo nuovo, che sconvolge e che parla di giovinezza e ribellione.
Le parole dei partigiani hanno iniziato a risuonarmi inaspettatamente rock e le loro voci si sono intrecciate con quelle di Patti Smith, Lou Reed, Alanis Morissette, i Green Day. Ne è uscita una partitura che scavalca i confini della storia e unisce tre generazioni.

The partisans were, first of all, young. They fell in love, discovering fear and courage. Freedom
was in the mountains, for the first time they were able to feel it. Freedom was beating inside their heads.
A choral story for today’s boys and girls about the cool dream of a Country of free people with equal rights. 

1 commento:

  1. Ciao a tutti,

    Sono Miller Porter un prestito creditore privato con la reputazione buon funzionamento,
    millerporter102@yahoo.com Applicare oggi se avete bisogno di una situazione di emergenza
    prestito da una società rispettabile, con buone condizioni e rapporti di lavoro, allora si dovrebbe contattarci come offriamo prestiti a
    tasso di interesse a prezzi accessibili del 3% e il vostro lavoro con noi
    sarà una buona esperienza. Se siete interessati, il contatto
    via e-mail: millerporter102@yahoo.com o

    +2349057519652
    millerporter102@yahoo.com
    http://millerporter102.wix.com/potterfirms

    Attendo vostra risposta rapida
    Miller Porter

    RispondiElimina